mercoledì 19 aprile 2017

Risotto agli asparagi



Un risotto semplice ma buonissimo che ho realizzato di recente approfittando di una certa quantità di asparagi marini che mi sono stati regalati.
Tale specie di verdura porta il nome scientifico di 'Salicornia glauca' ma è nota con il nome di asparago di mare. Pare cresca nei litorali sabbiosi e paludosi, il suo sapore è salino e gustoso, assai gradevole (a mio giudizio più delicato dei comuni asparagi selvatici).
Possiede numerose proprietà: innanzitutto è ricco di sali quali iodio e bromo, per questo motivo i suoi succhi forniscono iodio agli ipotiroidei con conseguente effetto calmante. Contiene inoltre vitamina C, ferro, magnesio, potassio e calcio. Rilevanti inoltre le sue proprietà depurative, rinfrescanti e antiscorbutiche.Pare sia ottimo consumato crudo e condito con olio e limone o cotto al vapore.
Io ho optato per una ricetta molto tradizionale e nota a tutti: il risotto agli asparagi...
nb: le informazioni relative agli asparagi le ho attinte dal web


Ingredienti : (le dosi sono ad occhio, considerate comunque che se il risotto rappresenta un piatto unico calcolate 100 gr a testa, in caso contrario qualora dovesse essere seguito da un secondo utilizzatene una quantità inferiore).

riso Carnaroli o Arborio
asparagi di mare (quantità a piacere)
un pò di cipolla bianca
olio extravergine d'oliva
un pò di burro
brodo vegetale (preparato con sedano , carota e cipolla, acqua, sale, un filo di olio extravergine..tutto a crudo... ma io utilizzo generalmente il mio dado vegetale fatto in casa, se vi interessa vedere la mia ricetta cliccate qui).
parmigiano grattugiato o grana
Ecco gli asparagi di mare che mi sono stati regalati, ovviamente ne ho utilizzato una parte;).

Selezionate le cimette più tenere degli asparagi in quanto sono queste che dovrete impiegare (io mi regolo servendomi di un coltello: quando questo non incontra resistenza da parte della cima del gambo vuol dire che questa  è tenera e da utilizzre)
Sbollentare le stesse in un dito di acqua per 5 minuti circa finchè questa si è assorbita.



In un tegame di adeguate dimensioni versare dell'olio extravergine d'oliva, un pò di burro e un pò di cipolla affettata.

..
Non appena il burro si scioglie unire le cimette di asparagi e rosolare qualche minuto..


quindi unire il riso e tostare anch'esso per qualche minuto...


Aggiungere ora, man mano del brodo vegetale CALDO avendo cura che questo copra sempre a filo il riso in modo che lo stesso possa cuocere bene e in modo uniforme!!


Mescolare di tanto in tanto e controllare spesso, non appena inizia ad assorbirsi e vedete che il riso inizia a non essere più coperto a filo dal brodo vegetale caldo, aggiungetene altro e assicuratevi che sia sempre ben coperto a filo. Cuocere fino ad avvenuta cottura del risotto prestando attenzione affinchè lo stesso alla fine non risulti troppo asciutto nè al contrario eccessivamente brodoso..ma calcolate anche che una volta terminata la cottura un pò tende a rapprendere quindi non fatelo asciugare troppo!
Infine aggiungere una nocina di burro (a fuoco spento) e del parmigiano grattugiato o grana a piacere.



Servire subito! Semplice ma veramente buonissimo, io lo adoro:).
Con gli asparagi selvatici o in questo caso di mare (che sono sempre selvatici ) è tutta un'altra cosa!! Infatti io prediligo sempre e comunque tali tipologie e non amo affatto quelli coltivati.


Spero possa risultare evidente la consistenza morbida di questo risotto, forse no, ma vi assicuro che era favoloso! Piccolo inconveniente (per modo di dire...) inaspettatamente le punte degli asparagi marini sono risultate così tenere che una parte di queste si sono sciolte nel riso non compromettendo tuttavia il risultato finale..anzi;).

'Con questa ricetta partecipo al contest al km 0 organizzato  da Batuffolando ricette , I biscotti della zia e Un'arbanella di basilico 




10 commenti:

  1. Ciao cara, ho provato anch'io questa varietà di asparagi e li trovo anch'io più delicati.
    In generale gli asparagi mi piacciono molto e come li hai preparati tu con il risotto sono davvero ottimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Adenina confermo quanto hai scritto:questa varietà di asparagi risulta più delicata rispetto le altre,non li conoscevo e li ho scoperti recentemente in quanto mi sono stati regalati dopo essere stati raccolti nello stesso paese in cui risiedo(che si trova proprio sul mare;).
      Confermo inoltre la loro bontà:con il risotto rendono tantissimo e il risultato è favoloso!!!
      Un bacione e grazie infinite per aver apprezzato la mia ricetta sei sempre gentilissima:)).

      Elimina
  2. Molto particolari questi asparagi di mare ... da noi non si trovano di sicuro, figurati. Amo gli asparagi normali e ci faccio anche io il risotto, tra le altre cose. Un caro saluto Rosy, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si,sono davvero particolari cara Terry,pensa che li ho scoperti recentemente in quanto mi sono stati regalati..fino a quel momento ne ignoravo addirittura l'esistenza!!Si tratta di una verdura selvatica che cresce nei litorali sabbiosi e paludosi,il suo sapore risulta più delicato rispetto l'asparago selvatico più comunemente conosciuto:).
      Un bacione e grazie mille per la visita:))).

      Elimina
  3. Si vede eccome che questo risotto è cremosissimo...slurp!
    Non sai quanto vorrei poter assaggiare questa varietà di asparagi, non ho mai avuto l'occasione di gustarli e sono certa che mi conquisterebbero!
    Grazie x aver partecipato al contest!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore per averlo apprezzato Consuelo sei sempre carinissima,mi fa veramente piacere che ti sia piaciuto:).
      Se ti capita l'occasione ti consiglio vivamente di provare questa varietà di asparagi,sono davvero buonissimi e più delicati rispetto quelli più comunemente conosciuti, anch'io sono sicura che ti piacerebbero!;).
      Un bacione e grazie infinite a te:))).

      Elimina
  4. non mi stanco di dirlo, adoro i tuoi risotti, poi la ricetta partecipa al nostro contest e quindi la adoro ancora di più. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore per le splendide parole Simona sei sempre carinissima,mi fa davvero piacere che la mia ricetta ti sia piaciuta:))).
      Un bacione e ancora grazie infinite a te:))).

      Elimina
  5. Giusto ieri avevamo in corso una discussione tra amici sugli asparagi, perché in Veneto coltivano quelli bianchi, ma ci sono tre o quattro tipi di "asparagi selvatici" cioè di erbe spontanee che vengono scambiate per asparagi. Non ti dico quando i veneti cercavano di confrontare i nomi in dialetto, ognuno di loro aveva un nome diverso da offrire! ;)
    Ora tu mi tiri fuori un altro finto asparago, che credo di non aver mai visto né sentito, che si aggiunge al gruppo: la prossima volta lo nominerò senz'altro ai nostri amici!
    L'aspetto è invitante, cremoso, e immagino anche buonissimo; io sto riscoprendo ora gli asparagi, che non mangiavo mai in Sardegna perché troppo amari, e che invece sono davvero buoni: quelli coltivati sono meno amari, ma quelli selvatici sono senz'altro più buoni!
    Grazie Rosy per quest'altra bella ricetta di stagione!
    Un abbraccio
    Elle

    RispondiElimina
  6. Cara Elle sai,quando abitavo in Sardegna conoscevo solo un tipo di asparago selvatico:quello che hai descritto tu,decisamente amaro amaro,ma a me piaceva e lo utilizzavo sia per la pasta,le frittate e il risotto come anche in questo caso;).
    Non ho mai avuto modo invece di vedere né assaggiare gli asparagi bianchi e tante varietà le ignoro sicuramente!Non conoscevo neanche questi marini e li ho scoperti solo in quanto mi sono stati regalati!Sono sempre selvatici(in questo caso crescevano vicino al mare)ma rispetto a quelli più comunemente conosciuti risultano più delicati,mi sono piaciuti tantissimo!!Fammi poi sapere se i tuoi amici li conoscono;).
    Io prediligo gli asparagi selvatici e non ho mai consumato quelli coltivati che non amo...
    Grazie di cuore per aver apprezzato la mia ricetta,sei sempre carinissima,in effetti il risotto era buonissimo e mi fa molto piacere che ti sia piaciuto:))).
    Un abbraccio forte anche a te e ancora grazie infinite sei gentilissima:))).

    RispondiElimina